Passa ai contenuti principali

Forza Ragazzi!

Un ringraziamento per i tanti sostenitori di questo blog.
Lo ripeto a me non costa nulla scrivere come si vive in Germania e come si fa a lavorare qui.
Io ci sono riuscito e ci potete quindi riuscire anche voi.

La Germania é un paese aperto, ma i tedeschi non tanto!!! eh eh eh...
A volte ho ancora difficoltá ad abituarmi alla loro mentalitá ed al loro carattere a volte chiuso.
Bisogna darsi da fare qui e soprattutto farsi valere.
Scordatevi di un´atmosfera rilassata negli ambienti di lavoro....qui i lavoratori sono esigenti ed egoisti e ci si mette facilmente il bastone tra le ruote.

Poi alcuni di questi, soprattutto tedeschi hochdeutsch, hanno ancora qualche pregiudizio nei confronti degli stranieri, soprattutto i colleghi di lavoro (questo viene qui fresco fresco e guadagna piú di noi ecc...).
Bisogna battere i pugni e far valere le proprie idee altrimenti ci si finisce schiacciato.

Ma non dovete temere il nostro carattere e la nostra intelligenza finisce con il prevalere sul loro modo di pensare e finirete alla fine di coinvolgere anche loro.

Noi abbiamo piú fantasia, non ci stressiamo come loro. Abbiamo una mentalitä aperta e dinamica rispetto alla loro chiusa (o e tutto nero o tutto bianco, non esistono le vie di mezzo).

Ma una cosa che loro hanno é il rispetto e l´educazione cosa che da noi mi sa che le persone non sanno cosa sia.
Nessun tedesco vi prenderä mai in giro o vi fregherá questo é poco ma sicuro.

A presto...!!!

Commenti

  1. Ciao Giovanni,ti devo ringraziare per questo blog e video,mi sono serviti moltissimo in quanto sono quasi tua collega , continua cosi :)!!!
    Volevo chiederti un dritta ,vedi io sto finendo i miei studi in farmacia in italia ,scendo per fare gli esame e nel frattempo vivo stabilmente a Monaco ,tra poco inizierò il corso di tedesco che mi porterà ad avere B1 .
    Vorrei prima di finire i studi avere già qualche esperienza lavorativa magari facendo praktikum ma non so se e´ possibile e come?( ho già fatto il tirocinio obbligatorio di 6 mesi in italia)
    La mia facoltà offre poche informazioni e in poche parole ci dicono di arrangiarci .
    Dovrei semplicemente chiedere in una qualunque farmacia se mi prendono e poi mettermi d´accordo con la mia facoltà ??
    L´alternativa sarebbe fare una tesi qui ma cercando i prof.che eventualmente hanno contati proprio in città in cui sto ( e´ poco probabile) ....Non saprei come procedere ,ogni consiglio e´ben accetto!!!

    RispondiElimina
  2. Allora quello che ho fatto io mi ha aiutato, ma puoi benissimo fare un praktikum piu lungo...
    Quello che ti consiglio é fare un viaggio in Germania per capire se ti piace dopo di che ti butti sul tedesco e il resto verrá da se...
    L´importante é essere convinti della scelta che si fa...non serve scappare.

    RispondiElimina
  3. Ciao Giovanni,

    mi piacerebbe vedere un post in cui descrivi la "giornata tipo" in farmacia:
    - offrite dei servizi di consultazione o di controllo diabete/pressione/colesterolo?
    - Il tuo ruolo qual'e' esattamente? Io lavoro in Inghilterra ed a parte i servizi offerti dala farmacia il mio compito pincipale e' quello di assicurarmi che non ci siano interazioni tra i farmaci, che la dose sia corretta e che venga dato il prodotto giusto al paziente, la maggior parte del "contatto diretto" con il pubblico viene fatto dai tecnici, e' lo stesso in Germania?
    - So che in Germania si vendono molte preparazioni erboristiche/magistrali, come funziona il tutto? Io lavoro in Inghilterra dove questo tipo di prodotto non e' ben visto, quindi devo sempre mettere in chiaro che non ci sono prove scientifiche sulla loro efficacia.

    Un'ultima cosa: so che in Germania l'istruzione e' quasi gratuita, anche per quanto riguarda la possibilita' di fare un master per esempio, sai se sia possibile entrare in Ospedale con la laurea base e poi fare il master mentre si lavora? (In Inghilterra funziona cosi', solo che e' quasi impossibile entrare in ospedale se non hai fatto il tirocinio in un ospedale durante l'ultimo anno di studi).

    Grazie per le risposte, continua a tenerci informati con il tuo Blog, in bocca la lupo per tutto!

    Matt

    PS Quello che ha chiesto Maja qui sopra e' molto interessante, come si organizza un prakticum? Si deve andare in giro per le farmacie? All'ordine?

    RispondiElimina
  4. Ciao Matt, è un piacere rispondere alle tue domande...

    una giornata tipo:
    - apertura cassa (attività farmacista)
    - controllo ricette (farmacista/PTA)
    - assistenza clienti (farmacista/PTA)
    - coordinamento del personale
    - aspetti decisionali
    - Protocollo di una preparazione magistrale
    - controllo del prodotto finito di una preparazione magistrale
    - controllo carico/scarico stupefacenti
    - controllo delle sostanze pericolose
    - chiusura cassa

    Il mio ruolo è farmacista con ruolo di capo in assenza del titolare.

    Il lavoro suppongo che è molto diverso dall'inghilterra dove le farmacie sono delle grosse strutture in mano alle multinazionali...qui in Germania la struttura é molto simile all'Italia (farmacia privata). Tuttavia ci sono sempre piu farmacie in franchising (anche la mia lo è).
    Il farmacista come in Italia ha un contatto diretto col paziente, ma posso venir sostituito egregiamente anche da una PTA.

    Per entrare in ospedale basta la normale Approbation. Non esistono scuole di specializzazioni o simili. Ovviamente se hai fatto tirocinio in ospedale le probabilità di entrarci aumentano. Tuttavia qui la figura della farmacia ospedaliera sta scomparendo. Molte farmacie private hanno oramai contatto diretto con cliniche ed ospedali. Addirittura alcune farmacie eseguono anche Chemioterapici e preparazioni per infusione.

    L'omeopatia e la fitoterapia qui va alla grande e la gente ne è contenta.

    Io naturalmente ho ancora da imparare ma ti assicuro che qui il farmacista è a tutti gli effetti un capo con grosse responsabilità.
    Spero di aver esaudito tutte le tue domande.

    RispondiElimina
  5. Per quanto riguarda quello che ha scritto Maja...il Praktikum lo devi cercare da solo, l'ordine non se ne puo fregar de meno! hihihi...
    qui in Germania devi sapertela cavare da solo...è una loro cultura...lo insegnano già ai bambini piccoli...

    RispondiElimina
  6. Grazie delle risposte, sei stato veramente esaustivo!
    Sono un po' stupito da quello che mi dici riguardo la professione di farmacista ospedaliero, infatti mi pare che si possa prendere un diploma clinico mentre si pratica in ospedale in modo da intraprendere una carriera piu' clinica... dopo due anni passati nel Rego Unito sento il bisogno di fare qualcosa di nuovo e non so dove indirizzarmi, e' difficile prendere una decisione quando non hai avuto la possibilita' di vivere/lavorare sul posto...
    Comunque ancora grazie per le risposte ed in bocca al lupo per la tua carriera!

    Matt

    RispondiElimina
  7. Ciao Giovanni,
    complimenti per il forum, ti seguo già da qualche mese ed è anche grazie a questo forum che ho deciso di fare il grande passo, attualmente sto frequentando un corso di tedesco a Berlino al momento A2. Volevo chiederti qualche informazione sulla compilazione del cv da inviare alle farmacie e magari qualora fosse possibile un modello come esempio. Ti ringrazio in anticipo la mia email è dahniell@ymail.com.
    a presto
    Dahniell

    RispondiElimina
  8. Ciao Dahniell prova a cercare su internet " Lebenslauf beispiel". Troverai tanti esempi....poi farò un video su questo tema...

    RispondiElimina
  9. Carissimi colleghi,
    mi permetto di aggiungere un paio di informazioni a mio avviso moooolto utili in quanto pratiche.
    Quanto di seguito scritto potrebbe variare da regione a regione (Länder); io vivo in Nordrhein Westfalen
    In Germania esiste il riconoscimento della laurea e l’abilitazione alla professione di farmacista.
    Il riconoscimento non è obbligatorio qualora si volesse lavorare in strutture farmaceutiche (industrie, laboratori di analisi e/o di ricerca, insomma ovunque tranne che in farmacia). Costa circa 70 Euro ed è svolto dal Ministerium für Innovation, Wissenschaft und Forschung (o altro ente ministeriale svolgente le stesse attività). Servono alcuni documenti quali la copia certificata ufficialmente (copia conforme all’originale) della pergamena con la quale si certifica il conseguimento della laurea (non vengono ammessi i certificati seppur rilasciati dall’università con validità all’estero, firme varie confermate in prefettura etc etc, quello serve per la traduzione), traduzione certificata da enti ufficialmente riconosciuti in Germania (cercare su internet; alcuni sparano cifre assurde. Vi fornisco l’URL del centro a cui ho fatto riferimento io; sono efficientissimi, si fa tutto via e-mail ed i costi sono contenuti; per il certificato di abilitazione ed il certificato di laurea con tutte le materie sostenute e le info sulla tesi ho speso Euro 185 http://www.fachuebersetzungsdienst.com) e qualche altra cretinata. Ripeto, non è obbligatorio, ma, aiuta enormemente a farci prendere sul serio.
    Ricordate che i tedeschi pretendono di leggere tutto in tedesco, dunque, scordate di allegare documenti in inglese (non vogliono fare alcuno sforzo per comprendere).

    Per lavorare in farmacia, sia come Praktikant che come farmacista, siamo obbligati, come del resto i tedeschi, ad avere il permesso; questo può essere a tempo determinato (Berufserlaubnis) o indeterminato (Approbation). Si tratta comunque di documenti validi in tutta la Germania.
    Per averli bisogna soddisfare tutta una serie di requisiti l’unico dei quali non in nostro immediato possesso è il certificato che attesti il possesso della lingua di livello B2.
    Per la Berufserlaubnis basta il certificato e si può entrare in farmacia (finalmente!!!), invece per l’Approbation il certificato B2 serve solo ad inoltrare la richiesta, dopodichè devi superare la verifica del possesso della lingua tecnica sottoponendoti agli esami elencati già da Giovanni.
    Costi: sino ad Euro 500 per la Berufserlaubnis; sino a 1000 per l’Approbation.
    In genere si comincia a lavorare come Praktikant la cui retribuzione tabellata è Euro 750 mensili lordi; dopo poco tempo si può tranquillamente ambire all’assunzione come Apotheker ed arrivano i soldoni…
    Tasse: da circa 30% in su a seconda della specifica fascia di appartenenza (Steuerklasse).
    Sappiate subito che il tedesco vi farà uscire pazzi!!! È meraviglioso, ma, al contempo estremamente complesso…
    Ottimo il manuale di automedicazione consigliato da Giovanni.

    Per le informazioni e gli eventuali centri di riferimento: http://www.anerkennung-in-deutschland.de/html/de/

    Per i compensi base: http://www.pharmazeutische-zeitung.de/fileadmin/download_dateien/2013/Gehaltstarifvertrag2013.pdf

    Spero possa essere stato di aiuto

    RispondiElimina
  10. Grazie davide...e complimenti ce l'hai quasi fatta...

    RispondiElimina
  11. buona sera giovanni, piacere mi chiamo salvo, e sono un collega farmacista disoccupato ahimè…… purtroppo ormai l'Italia non offre più un cazzo, addirittura adesso cercano laureati in farmacia rom e profughi per farti capire a che livello siamo arrivati…….cmq siccome mi vorrei trasferire nell'immediato in germania, ho bisogno di qualche delucidazione su come muovermi prima che salgo, ti faccio alcune domande : come faccio a trovare casa arredata lì in affitto?? si paga tanto di affitto?? come mi devo muovere dal punto di vista burocratico, per avere il medico di base ecc? serve qualche documento speciale se mi voglio portare la mia macchina lì? che documenti servono lì? non so……spiegami un po' il tutto di come andarmene da questo posto…. ti ringrazio in anticipo per tue risposte, se ho bisogno di farti qualche altra domanda ti posso ricontattare casomai?? grazie e buona serata

    RispondiElimina
  12. caro salvo ti invito a leggere il blog....troverai tutte le tue risposte....un consiglio la rabbia mettila da parte e studia la lingua...

    RispondiElimina
  13. ciao! Io ti leggo dal lavoro quando sta per fare sera ed entra meno gente, le tabelline non si aprono(sito bloccato per regolamento aziendale giustamente). Complimenti ed ancora in bocca al lupo! Curiosità, il tedesco dove l'hai studiato? Quant'è lo stipendio medio del farmacista? Ciaooo

    RispondiElimina
  14. Ciao ti leggo da poco e sono molto interessata
    Mio figlio lavora in germania ormai da due anni e io sono rimasta sola
    Ho pensato che essendo farmacista potrei lavorare anche io lì, previa conoscenza della lingua, pensi che ci siano possibilità per una persona matura?
    Non trovo i blog precedenti per tutte le altre informazioni di cui parlim mi piacerebbe poterli leggere oppure , sempre se non ti diaspiace, farti altre domande
    Ritieni che sia molto difficile aprire una farmacia in Germania?

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

...dopo 6 mesi di lavoro

Ciao ragazzi. Dopo sei mesi di lavoro in Germania sono diventato già vicedirettore di Farmacia. Sono responsabile della stesura di Protocolli e controllo delle preparazioni magistrali. La lingua migliora giorno per giorno e con questo aumentano le responsabilità. Non è facile avere addosso tante responsabilità tutte insieme, ma la crescita professionale è cosí veloce qui (parlo pure dell'aspetto economico). In Germania il posso fisso è un concetto antico. Qui c'è concorrenza sia in entrata che in uscita, ovvero ci si guarda sempre intorno cercando il meglio per se. Tipo ho ricevuto un'offerta tramite una collega in ospedale un posto di farmacista ospedaliero che rifletterò se prenderlo o meno. Il guadagno piu o meno è lo stesso, ma il lavoro ospedaliero sarebbe per me un po troppo burocratico e noioso. Il mio obiettivo sarà diventate dapprima direttore e poi chissà titolare di farmacia. Qui si puo tutto ciò se si vuole. E mi fa rabbia vedere colleghi che lavorano in Italia

La farmacia in Germania: prospettive.

Ciao colleghi, volevo adesso raccontarvi a voi un tema molto importante e cioè come funziona la farmacia tedesca a livello amministrativo, quali sono i punti forti e quali i punti deboli. In Germania non esiste un SSN come da noi. Ogni persona in Germania ha bisogno di un'assicurazione sanitaria per accedere a prestazioni medico-farmaceutiche. Le assicurazioni in Germania sono ENTI PRIVATI per cui a pari delle banche non controllate dallo Stato. Le assicurazioni si dividono in: Gesetzliche Krankenkasse o Private Krankenkasse. - Gesetzliche Krankenkassen: fornitura di prestazioni Medico-farmaceutiche stabilite dallo Stato ovvero prestazioni che sono scritte dalla legge. L'importo mensile è il 14,6% della retribuzione lorda. - Private Krankenkassen: Sono assicurazioni sanitarie con importo fisso e stabilito tra il cliente e l'assicurazione in base ai servizi offerti. Tuttavia per accedervi occorre avere un reddito lordo minimo di 50.000 Euro lordi annui. L'as

Prassi burocratica per lavorare in Germania

Per lavorare in Germania occorre essere in possesso dei seguenti documenti: - Personalausweis - Anmeldung - Steueridentifakatiionsnummer - Rentenversicherungsnummer - Versicherungsnummer - Girokonto - Personalausweis: non è altro che la nostra Carta di Identità - Anmeldung: certificato che attesta la vostra domiciliazione. Quando affittate un appartamento, una stanza ecc riceverete un Mietenvertrag ovvero un contratto d'affitto. Con questo andrete a comunicare all'ufficio del Bürgerservice che sarebbe l'ufficio del Comune dove vivete  Riceverete un foglio di domiciliazione. - Steueridentifikationsnummer: è un codice che riceverete automaticamente per posta dopo aver comunicato l'indirizzo di domicilio. Questo foglio è importantissimo. Vi servirà per pagare le tasse e per l'assicurazione sanitaria.  - Rentenversicherungsnummer: è il codice/card che contiene i dati previdenziali che il datore di lavoro vi verserà ogni mese. Per richiede