Passa ai contenuti principali

Dopo un anno di esperienza lavorativa

Salve colleghi.
Era da tanto tempo che non scrivevo e ci tenevo a condividere con voi cosa sta succedendo attualmente.

Ci sono molte cose buone da dire, ma anche tante brutte ahime.

Cose belle che ho cambiato lavoro per lavorare in una farmacia piu grande con un miglior orario e naturalmente una migliore retribuzione.



Mi sono trasferito a Düsseldorf, ho preso un appartamento vicino al centro. Devo dire che Düsseldorf é davvero una bella cittá, molto cosmopolita e con mezzi pubblici fantastici.
La scelta di Düsseldorf é stata presa, perché meglio collegata con il Ruhrgebiet (zona della Ruhr) ed a soli 30 km da Colonia.

Le cose brutte ahimé. Per chi pensa che la Germania sia la perfezione vi sbagliate. Premesso che io non voglio scoraggiare nessuno, ma a livello lavorativo a parte alcune cose non sono molto soddisfatto.
Gli ambienti di lavoro non sono per niente sereni, i colleghi non ti rendono la vita facile e facilmente ci si licenzia per trovare di meglio.
Tra colleghi il problema é che ci si aiuta poco e c'è troppa e talvolta esagerata competizione.
Qui non si lavora perché magari il lavoro può essere divertente al contrario qui si lavora per vivere per guadagnare i soldi che servono per farsi le vacanze.
Professionalmente si é vero il farmacista é visto come una figura-capo, ma bisogna darsi da fare e farsi valere altrimenti verrete schiacciati. Percio vi dico studiate bene la lingua, e armatevi di tanta pazienza perché qui è davvero una guerra nel vero senso della parola.

Nel complesso posso dire di essere contento, ma non contentissimo. Ma tornare in Italia non ci penso neanche minimamente, perché la differenza è così enorme che mi sentirei male dopo poche ore.


Commenti

  1. we Gianni, sono un tuo collega e paesano(nonostante viva in Deutschland, il tuo accento campano è inequivocabile :D!). Ti seguo da tempo e sto prendendo in seria considerazione il trasferimento in terra tedesca.
    Vorrei farti una serie di domande a cui potrai eispondermi se e quando avrai tempo:
    1) Per il corso di tedesco, l ' alloggio etc etc..quanti soldini devo mettere in batteria orientativamente?
    2) come meta di trasferimento mi hanno consigliato Berlino, che è la città tedesca più economica..tu sei d accordo?
    3)Anche se il mio livello di tedesco è basso, posso cominciare a inviare curriculum già da ora, oppure meglio che li mando dopo essermi trasferito ed aver fatto il corso?
    4) per quanto riguarda il corso di farmacia ospedaliera, c è una specializzazione anche là, oppure basta essere farmacista abilitato?

    Ti ringrazio in anticipo per il tempo che mi dedicherai

    Ciao

    Raffo

    RispondiElimina
  2. Ciao Raffo,
    ti rispondo volentieri:
    1) per il corso di tedesco dipende da che livello parti considera che ogni livello costa circa 600 euro, quindi diciamo un 3000 euro li devi investire;
    2) Berlino non ci sono ahime ancora andato, ma ci andro presto. Si é vero che Berlino è economica, ma non saprei consigliarti. Le zone dove c`é più lavoro sono Bayern e Baden Württemberg.
    3) Se hai letto il mio ultimo post ti renderai conto che se non hai un livello adeguato di tedesco sará veramente dura, percio inizia gia a studiarlo adesso e poi continua a farlo in Germania fino ad almeno C1
    4) Ripeto che qui Farmacia Ospedaliera non esiste ed é una figura oramai sparita, poiche gli ospedali stessi si riforniscono presso Farmacie Private. Alcune farmacie qui in Germania hanno uno Sterilabteilung ovvero un laboratorio sterile per la preparazione di sacche e chemioterapici.

    RispondiElimina
  3. ciao :) ho visto i tuoi video su youtube e li ho trovati molto interessanti . mi puoi dire per favore quante sono le farmacie totali in germania e magari postare una fonte attendibile ?? grazie mille e complimenti

    RispondiElimina
  4. ciao vorrei sapere se il primo vero passo e' la convalida degli studi...e se si a chi devo rivolgermi?

    RispondiElimina
  5. c'è scritta tutta la prassi nel blog. Rivolgiti al Bezirksregierung della tua città loro ti spiegheranno che fare.

    RispondiElimina
  6. Ciao Giovanni :)
    Io sto studiando CTF a Milano, e vorrei trasferirmi in Germania per intraprendere la carriera di farmacista.
    Una volta abilitato in Italia e dopo aver raggiunto un livello B2 di tedesco, per poter iniziare a lavorare li sono richiesti mesi o anni di esperienza di lavoro in Italia?

    Grazie
    Davide

    RispondiElimina
  7. Ciao Giovanni, scusa il disturbo, una curiositá : vorrei sapere se gli anni di anzianíetá si mantengono o come qui in Italia si azzerano ogni volta che cambi farmacia.
    Grazie, Gerardo

    RispondiElimina
  8. non esiste qui una cosa del genere...si valuta in genere dalla data dell'Aporobation.

    RispondiElimina
  9. Ciao Giovanni, anche io lavoro in Germania come farmacista, precisamente a Berlino. Io sono rimasta molto delusa dalla Germania e dalle condizioni di lavorative qui.Non voglio scoraggiare nessuno pero credo sia importante dire la verità. All inizio pensavo che fossi stata io sfigata ma poi guardandomi intorno ci sono molte persone nella mia stessa situazione. Qui non e' affatto facile..il rapporto con i colleghi e' veramente difficile perchè come hai detto tu Giovani c'e' molta competizione e non ci si aiuta...per non parlare poi se ti ammali...devi andare anche con 40 di febbre..e bisogna anche dire che in Germania ci si ammala piu frequentemente visto il clima..io consiglio veramente di pensarci bene..io sono venuta per amore, prima lavoravo alle Canarie ed era molto meglio. Ho lavorato anche in Italia e avevo bravi colleghi e un bravo capo. Tra farmacisti qui in Germania e' molto frequente la sindrome del burn out..Io so solo che se l avessi saputo non sarei mai venuta a lavorare qui. Si lo stipendio è più alto ma la vita abbastanza cara e il lavoro veramente stressante..io lavoro spesso quasi 10 ore senza pausa e quando la farmacia è di guardia si lavora dalle 8:30 di mattina alle 9 del giorno dopo. Se in Italia è difficile trovare un posto come farmacista optate più per la Spagna, le Canarie ad es dove cè una grande richiesta di farmacisti..la lingua è più facile e gli spagnoli senza dubbio più simpatici. In bocca al lupo a tutti!

    RispondiElimina
  10. Ciao marta...mi dispiace per la tua esperienza, ma ti assicuro che io ho avuto molte opportunita e sono riuscito a fare carriera subito.
    Poi dire che la vita è cara è una balla colossale. Qui se ci si ammala si rimane a casa. Le Krankenkasse danno soldi al tuo datore se ti ammali. Mi dispiace Marta ma la mis esperienza è un'altra.

    RispondiElimina
  11. Giovanni mi fa piacere per te, purtroppo la mia esperienza è diversa...io conosco 3 farmacisti italiani che lavorano qui e tutti lamentano i miei stessi problemi..ho un'amica tedesca farmacista che ha avuto un esaurimento nervoso.http://www.deutsche-apotheker-zeitung.de/politik/news/2011/09/12/zwei-drittel-der-apotheker-mit-ihrem-beruf-unzufrieden.html. Leggi quest' articolo..Io sono stata oggi in ospedale perchè ho lavorato 2 settimane con febbre..é bello sentire che qualcun altro abbia avuto una migliore esperienza! Per il caro vita...Berlino come capitale europea non è cara ma gli affitti purtroppo stanno aumentando spaventosamente...Sicuramente è un lavoro più stimolante sotto certi aspetti rispetto all 'italia..io ad es qui in questa farmacia faccio tutte le preparazioni magistrali e mi piace tantissimo..però purtroppo vedo che i lavoratori delle farmacia di diritti ne hanno pochi.

    RispondiElimina
  12. Poi scusa Giovanni io ho risposto a queelo che avevi detto tu precedentemente: Le cose brutte ahimé. Per chi pensa che la Germania sia la perfezione vi sbagliate. Premesso che io non voglio scoraggiare nessuno, ma a livello lavorativo a parte alcune cose non sono molto soddisfatto.
    Gli ambienti di lavoro non sono per niente sereni, i colleghi non ti rendono la vita facile e facilmente ci si licenzia per trovare di meglio.
    Tra colleghi il problema é che ci si aiuta poco e c'è troppa e talvolta esagerata competizione. queste sono cose che hai scritto tu alla fine non ho detto niente di cosi diverso da te..

    RispondiElimina
  13. marta hai perfettamente ragione....ma ricorda tu ed io siamo stranieri e ci dobbiamo adattare alla loro mentalità...abbi pazienza e lavora che in Germania c'è una cosa che sanno valutare IL MERITO....in italia scordatelo...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

...dopo 6 mesi di lavoro

Ciao ragazzi. Dopo sei mesi di lavoro in Germania sono diventato già vicedirettore di Farmacia. Sono responsabile della stesura di Protocolli e controllo delle preparazioni magistrali. La lingua migliora giorno per giorno e con questo aumentano le responsabilità. Non è facile avere addosso tante responsabilità tutte insieme, ma la crescita professionale è cosí veloce qui (parlo pure dell'aspetto economico). In Germania il posso fisso è un concetto antico. Qui c'è concorrenza sia in entrata che in uscita, ovvero ci si guarda sempre intorno cercando il meglio per se. Tipo ho ricevuto un'offerta tramite una collega in ospedale un posto di farmacista ospedaliero che rifletterò se prenderlo o meno. Il guadagno piu o meno è lo stesso, ma il lavoro ospedaliero sarebbe per me un po troppo burocratico e noioso. Il mio obiettivo sarà diventate dapprima direttore e poi chissà titolare di farmacia. Qui si puo tutto ciò se si vuole. E mi fa rabbia vedere colleghi che lavorano in Italia

La farmacia in Germania: prospettive.

Ciao colleghi, volevo adesso raccontarvi a voi un tema molto importante e cioè come funziona la farmacia tedesca a livello amministrativo, quali sono i punti forti e quali i punti deboli. In Germania non esiste un SSN come da noi. Ogni persona in Germania ha bisogno di un'assicurazione sanitaria per accedere a prestazioni medico-farmaceutiche. Le assicurazioni in Germania sono ENTI PRIVATI per cui a pari delle banche non controllate dallo Stato. Le assicurazioni si dividono in: Gesetzliche Krankenkasse o Private Krankenkasse. - Gesetzliche Krankenkassen: fornitura di prestazioni Medico-farmaceutiche stabilite dallo Stato ovvero prestazioni che sono scritte dalla legge. L'importo mensile è il 14,6% della retribuzione lorda. - Private Krankenkassen: Sono assicurazioni sanitarie con importo fisso e stabilito tra il cliente e l'assicurazione in base ai servizi offerti. Tuttavia per accedervi occorre avere un reddito lordo minimo di 50.000 Euro lordi annui. L'as

Prassi burocratica per lavorare in Germania

Per lavorare in Germania occorre essere in possesso dei seguenti documenti: - Personalausweis - Anmeldung - Steueridentifakatiionsnummer - Rentenversicherungsnummer - Versicherungsnummer - Girokonto - Personalausweis: non è altro che la nostra Carta di Identità - Anmeldung: certificato che attesta la vostra domiciliazione. Quando affittate un appartamento, una stanza ecc riceverete un Mietenvertrag ovvero un contratto d'affitto. Con questo andrete a comunicare all'ufficio del Bürgerservice che sarebbe l'ufficio del Comune dove vivete  Riceverete un foglio di domiciliazione. - Steueridentifikationsnummer: è un codice che riceverete automaticamente per posta dopo aver comunicato l'indirizzo di domicilio. Questo foglio è importantissimo. Vi servirà per pagare le tasse e per l'assicurazione sanitaria.  - Rentenversicherungsnummer: è il codice/card che contiene i dati previdenziali che il datore di lavoro vi verserà ogni mese. Per richiede